Se non sei di Milano puoi avere la ragazza milanese?



Sapessi com’e’ strano sentirsi innamorati a Milano. Senza fiori, senza verde, senza cielo, senza niente fra la gente, (tanta gente). Sapessi com’e’ strano darsi appuntamenti a Milano. Così cantavano tempo fa Mimo Remigi e a vedere il recente articolo di Chooze.it firmato da Giacomo Nicolella Maschietti, sembra che l’antico testo remigiano, in qualche modo, sia ancora valido.

 

Nell’articolo da cui prendiamo spunto viene evidenziata l’impossibilità per un non milanese di trovare una ragazza di Milano. Ad esempio si apprende che le ragazze di Milano non conoscono il significato della parola “mezzo pubblico”. Se tu hai preso anche solo una volta in vita tua la METRO, sei segnato a vita. Se poi non hai fatto il Parini o il San Carlo puoi solo sognartela la donzella milanese. Il tema ironico sembra non mancare affatto, infatti, riportando dall’articolo scopriamo che:

 Il legame di famiglia più lontano previsto per l’accoppiamento è “cugino di secondo grado”.

L’unico giapponese che c’è a Milano è Nobu, lo sanno tutti. Si va lì punto e basta.

Loro hanno la Smart perché è comoda. Tu ce l’hai perché sei un povero

 I voli low cost non esistono. La Easy Jet è un’invenzione della sinistra.

E voi, come la pensate? Se non siete di Milano si riesce a trovare una donzella all’interno delle mura cittadine o è meglio rivolgersi a Corsico, Sesto San Giovanni e Brianza varia? Fateci sapere, nel frattempo continuate a seguirci, sempre qui, sulle vostre affezionate pagine on line di Milano 10 che vi accompagna fuori e dentro le mura cittadine, senza troppe distinzioni.

milano piazza del duomoon