Imu Milano 2012: calcolo, aliquota, case e affitti, arriva una guida



L’Imu potrebbe avere conseguenze negative anche sul mercato degli affitti a Milano. A sostenerlo sono le associazioni della proprietà, che hanno denunciato un incremento della tassazione rispetto al regime dell’Ici, sia da quelle degli inquilini, che hanno il timore che ci sia un aumento dei canoni di affitto.

Per tutti i cittadini milanesi è disponibile una guida molto facile da capire, per il calcolo dell’anticipo per chi possiede una casa a Milano si trova oggi sulle pagine del Corriere Milano. Il presidente di Assoedilizia, Achille Colombo Clerici, sostiene che la nuova imposta porterà via in media il 15% del canone di locazione, annullando i vantaggi della cosiddetta cedolare secca e il prelievo potrebbe aumentare anche le difficoltà di un mercato immobiliare in crisi di vendite.

Questa legge permetterebbe ai Comuni anche la possibilità di far scendere l’aliquota fino allo 0,4% anche se non è sicuro che scelgano questa soluzione, per il fatto che su tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale lo Stato vuole un contributo pari al 3,8% del valore catastale rivalutato.

Le modifiche alle norme dell’Imu hanno limitato in parte quelli che sono i problemi degli assegnatari di case in cooperativa a proprietà indivisa. Diversamente da quanto accadeva invece per l’Ici, da cui questi alloggi erano esentati, bisognerà pagare l’Imu e con l’aliquota seconda casa, anche se si ha il diritto alle detrazioni. Il decreto fiscale che deve essere ancora approvato, ha annullato la quota di Imu che era dovuta dall’ente pubblico che assegna la casa, riducendo in questo modo la tassazione alla metà.