Bonus libri 2011 Milano, tutte le novità



Il bonus libri 2011 a Milano non sarà più disponibile per tutti gli studenti delle scuole medie. Da settembre del 2012 il Comune pagherà i testi scolastici solo alle famiglie più bisognose. In base non più al numero di anni di residenza, come stabilito in precedenza, ma alle condizioni economiche dei genitori degli alunni. L’amministrazione pubblica fornirà i volumi necessari per lo studio solo a chi è in stato di bisogno e inoltre in futuro partirà un progetto di comodato d’uso per i testi in uso nelle scuole.

Anche per le famiglie in lista d’attesa per le scuole materne sono in vista delle importanti novità: entro la prima metà d’agosto il Comune avrà completato il censimento delle aule inutilizzate nelle scuole e verificherà se sarà possibile aprire nuove sezioni per tutti gli iscritti. Sono in lista d’attesa per un posto all’asilo 1.302 bambini. Il Comune risparmierà 5 milioni di euro con il taglio dei libri gratuiti. Milano era l’unica città italiana a concedere i testi gratis a tutte le famiglie delle scuole medie, arrivando a 76mila ragazzi.

L’assessore all’Educazione e vicesindaco Maria Grazia Guida ha trovato già firmata la delibera che conferma anche per il prossimo anno scolastico la scelta del bonus libri. Per l’anno scolastico 2011/12 ormai è stato girà tutto deciso, ma per l’anno scolastico successivo sarà differente. Il bonus libri che è di 200 euro per la prima classe, 80 per la seconda, 90 per la terza, verrà dato solo a chi ha un reddito inferiore a una certa soglia. Inoltre verrà pensato con le case editrici e con gli insegnanti un progetto per tenere i testi di studio in uso per almeno tre anni, così le scuole potranno comprare stock di volumi da prestare ai ragazzi che ne hanno bisogno.